Fondazione Cesare Pozzo per la mutualità

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivi

Archivi

E-mail Stampa PDF

La Biblioteca conserva due importanti archivi relativi alla storia della Società di mutuo soccorso e all'attività del Sindacato Ferrovieri Italiani, lo storico SFI-CGIL.

  • L'archivio della Società Nazionale di Mutuo Soccorso "Cesare Pozzo" è stato recentemente catalogato ed è disponibile per una facile consultazione. L'archivio comprende le copie degli statuti e dei regolamenti della Società, la produzione scritta edita e inedita di Cesare Pozzo, i verbali delle assemblee ordinarie e straordinarie, bilanci, volantini e resoconti amministrativi. Copre gli anni dal 1880 al 1996 ed è stato realizzato dagli archivisti Alessandra Borgese, Roberto Breviario ed Enrica Panzeri (inventario Sezione I)
  • L'archivio del Sindacato Ferrovieri Italiani comprende documenti sulla storia del sindacato e sulle condizioni economiche e sociali dei ferrovieri dal 1949 al 1980; anno in cui l'associazione è entrata a far parte della Federazione Italiana dei Lavoratori dei Trasporti (FILT). La raccolta del materiale è avvenuta tra il 1950 e il 1980 su iniziativa del presidente Gabriele Ferri che ne ha curato la prima catalogazione. Il materiale è stato quindi riorganizzato in 127 faldoni e archiviato a cura della Cooperativa archivistica e Biblioteconomica CAEB di Milano.
  • Carteggio Rothschild 1862: documenti riguardanti il progetto di convenzione Rothschild del 1862 per la costruzione e l’esercizio delle ferrovie nel Meridione. Contiene il carteggio del barone James Rothschild con i suoi emissari, piani industriali e finanziari, documenti e appunti autografi di ministri quali Agostino Depretis e Quintino Sella, oltre a vari documenti a stampa.


Presso la Biblioteca è inoltre possibile consultare materiale di varia provenienza, prevalentemente in fotocopia, riguardante l’attività sindacale e politica della categoria dei ferrovieri

  • Articoli sull’eccidio di Pietrarsa del 1863 (fotocopie).
  • Articoli sui ferrovieri (periodo 1877-1909) tratti dai seguenti periodici: Avanti!, Il Secolo, Lotta di Classe, Il Treno, Il Fascio Operaio, Il Piccone (fotocopie).
  • Materiale sui ferrovieri provenienti dalle “Carte Andrea Costa” conservate dalla Biblioteca comunale di Imola (fotocopie).
  • Carte riguardanti i ferrovieri dal 1912 al 1926 conservate presso l’ Archivio di Stato di Milano (fotocopie).
  • Carte riguardanti i ferrovieri dal 1917 al 1939 conservate presso l’ Archivio Centrale dello Stato, fra cui anche elenchi  dei ferrovieri “sovversivi più pericolosi” del 1923 (fotocopie).
  • Altre carte riguardanti i ferrovieri provenienti da archivi vari (fotocopie).
  • Schede su ferrovieri contenute nel Casellario politico centrale conservato presso l’Archivio centrale dello Stato (fotocopie). Le carte riguardano ferrovieri schedati come socialisti o anarchici, fra i quali Emanuele Branconi, fondatore dell’Unione Ferrovieri, e Augusto Castrucci, dirigente del Sindacato Ferrovieri Italiani e fondatore della rivista In Marcia!
  • Volantini prodotti dai ferrovieri nel periodo della liberazione dal 1943 al 1945 (fotocopie).
  • Verbali del Comitato di Liberazione Nazionale Ferroviario (compartimentale e intercompartimentale) del 1945 e 1946.
  • Carte varie del Sindacato Ferrovieri Italiani e incartamenti su dirigenti del Sindacato Ferrovieri Italiani (Giancarlo Citterio e Cesare Luccioli).